Gli Otto "Io preferirei davvero che tu evitassi" — anche detti Otto Condimenti — sono le importantissime e vaghe indicazioni su cui i Pastafariani devono fondare la propria morale e furono dettati direttamente dal Prodigioso Spaghetto Volante al nostro profeta Capitano Mosey durante il suo vagare sul Monte Sugo. Sembra che i Sacri Condimenti fossero in realtà 10, ma quello stordito del Cap. Mosey perse due tavole mentre ritornava alla nave. Forse anche per questo noi Pastafariani abbiamo delle regole morali piuttosto flessibili.

Riportiamo qui di seguito gli Otto Condimenti rimasti che ci sono stati tramandati attraverso le Sacre Scritture.

  1. Io preferirei davvero che tu evitassi di comportarti come un asino bigotto "più-santo-di te" quando descrivi la mia spaghettosa bontà. Se qualcuno non crede in Me, pace, nessun problema! Dico davvero, non sono mica così vanitoso. E poi non stiamo parlando di loro, quindi non cambiare argomento!

  2. Io preferirei davvero che tu evitassi di usare la Mia esistenza come motivo per opprimere, sottomettere, punire, sventrare, e/o, lo sai, essere meschino con gli altri. Io non richiedo sacrifici, e la purezza è adatta all'acqua potabile, non alle persone.

  3. Io preferirei davvero che tu evitassi di giudicare le persone per come appaiono, o per come si vestono, o per come camminano, o, comunque, di giocare sporco, va bene? Ah, e ficcati questo nella tua testa dura: Donna = Persona. Uomo = Persona. Tizio noioso = Tizio noioso. Nessuno è meglio di un altro, a meno che non stiamo parlando di moda e, mi spiace, ma ho dato questo dono alle donne e a qualche uomo che capisce la differenza fra magenta e fucsia.
  4. Io preferirei davvero che tu evitassi di assumere comportamenti che offendano te stesso, o il tuo partner consenziente, maggiorenne e mentalmente maturo. E se qualcuno ha qualcosa da ridire credo che la risposa migliore sia "Va' a farti f***ere", a meno che non lo troviate offensivo, nel qual caso possono anche spegnere la TV e andare a farsi una passeggiata, tanto per cambiare.

  5. Io preferirei davvero che tu evitassi di sfidare, a stomaco vuoto, le idee odiose, bigotte e misogine degli altri. Mangia, e solo dopo prenditela con gli s******.

  6. Io preferirei davvero che tu evitassi di erigere chiese/templi/moschee/santuari multimilionari in onore della mia spaghettosa bontà, perché tali soldi potrebbero essere meglio spesi per (fai la tua scelta): Sconfiggere la povertà Curare le malattie Vivere in pace, amare con passione, e ridurre il prezzo delle pay-Tv. Posso anche essere un essere onnisciente dai carboidrati complessi, ma apprezzo le cose semplici della vita. Dovrei saperlo, No? Io SONO il Creatore!

  7. Io preferirei davvero che tu evitassi di andare in giro raccontando alla gente che ti ho parlato. Non sei mica così importante. Finiscila! E poi ti ho detto di amare il tuo prossimo, mi capisci o no?

  8. Io preferirei davvero che tu evitassi di fare agli altri quello che vorresti fosse fatto a te se sei uno che apprezza, ehm, cose che fanno largo uso di pelle/lubrificanti/Las Vegas. Se anche l'altra persona le apprezza (purché si rispetti il quarto punto), allora dateci dentro, fatevi foto, e, per l'amor di Mike, indossate un preservativo! In tutta onestà, è un pezzo di gomma. Se non avessi voluto che fosse piacevole farlo, avrei aggiunto delle spine, o qualcos'altro.

Il Pappagallo del Timoniere Luigi Lui gli ha suggerito il Mea Polpa:

Confesso a PSV Onnipotente,
e a voi, Fratelli,
che ho molto gustato anche ieri, per ore, pelati e cannelloni:
(battendosi il petto)
per Mea Polpa, Mea Polpa, Mea Sugosissima Polpa.
E suggo la beata, sempre verde Maria,
negli angoli, i campi, e a voi, Fratelli
di cucinare per me lo Spaghetto del Mostro.

Ramen